Telefono e Fax

Tel: 0574560947 Fax: 0574628236

Consulenza aziendale e tributaria

Tax credit librerie - Dal 1° luglio al via la presentazione delle domande

Martedì 25/06/2019, a cura di TuttoCamere.it


La Direzione generale Biblioteche e Istituti Culturali del Ministero per i beni e le attività culturali ha comunicato il nuovo termine di apertura dello sportello per la presentazione delle domande per il Tax credit librerie, precedentemente fissato al 3 giugno 2019.

L'istanza riferita all'anno 2018 potrà essere presentata a partire dal 1° luglio fino alle ore 12:00 del 30 settembre 2019.

Tutti gli utenti che hanno presentato istanza o effettuato l'accesso al portale nell'anno precedente, devono comunque effettuare una nuova registrazione. Come si presenta la domanda?

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente in forma telematica mediante il portale taxcredit.librari.beniculturali.it/sportello-domande/.

Il legale rappresentante dell'impresa può registrarsi dal 1° luglio 2019 accedendo alla sezione "Sportello domande" - "Registrazione Utente" - "Compila e scarica la richiesta di registrazione".

Tale procedura dovrà essere ripetuta ogni anno: pertanto tutti gli utenti che hanno presentato istanza o effettuato l'accesso al portale nell'anno precedente, dovranno comunque effettuare una nuova registrazione a partire dalla data suindicata.

Le agevolazioni sono riservate agli esercenti di attività commerciali operanti nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati che:

- abbiano sede legale nello Spazio Economico Europeo;
- siano soggetti a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale, ovvero per la presenza di una stabile organizzazione in Italia, cui sia riconducibile l'attività commerciale cui sono correlati i benefici;
- siano in possesso di classificazione ATECO principale 47.61 o 47.79.1, come risultante dal Registro delle imprese;
- abbiano sviluppato nel corso dell'esercizio finanziario precedente ricavi derivanti da cessione di libri, pari ad almeno il 70% dei ricavi complessivamente dichiarati.

Il credito riguarda in diversa misura imposte, spese e contributi, sostenuti dalle librerie nell'anno precedente la richiesta per IMU, TASI, TARI, imposta sulla pubblicità, tassa per l'occupazione di suolo pubblico, spese per locazione al netto di IVA, spese per mutuo e contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente.

Il credito d'imposta annuo massimo riconoscibile è pari a 20.000 euro per gli esercenti di librerie indipendenti ed a 10.000 euro per le librerie ricomprese in gruppi editoriali dagli stessi direttamente gestite.

Fonte: https://www.tuttocamere.it
Le ultime news
Oggi
I supremi giudici ribadiscono un principio già chiarito ma che, nella prassi, registra tipicamente doglianze...
 
Oggi
Con la risposta n. 241 del 15 luglio scorso l'Agenzia delle entrate ha chiarito che i coniugi che vogliono...
 
Ieri
Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ( CNDCEC) ha pubblicato sul...
 
Ieri
Con il provvedimento del 12 luglio 2019 l'Agenzia delle Entrate indica le modalità con le quali sono...
 
Ieri
Dubbi su come presentare la dichiarazione di successione online? Tutte le risposte alle domande più...
 
Lunedì 15/07
Dal 9 luglio è attivo sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate software che permette ai sostituti...
 
altre notizie »
 

Studio Santangelo

Via Del Molinuzzo, 93 - 59100 Prato (PO)

Tel: 0574560947 - Fax: 0574628236

Email: segreteria@studiosantangelo.it

P.IVA: 01683680977